Serata conclusiva Scuola Progetto Vespa

Serata Conclusiva Scuola Progetto Vespa

 
A Sale Marasino si conclude con successo il Progetto Vespa
Con l’anno scolastico volge al termine anche il Progetto Vespa condotto dall’Istituto Einaudi di Sale Marasino (Brescia). Il Primo Giugno si terrà la serata conclusiva, con la presentazione del lavoro svolto dai ragazzi, la premiazione dei vincitori del concorso fotografico Obiettivo Vespa, l’estrazione della 50 special restaurata e di altri premi. Presente anche il giovane Michael, che riceverà i fondi raccolti per lui. E una piacevole sorpresa dal campione Alex Zanardi.
Sarà la nuova piazza di Sale Marasino, venerdì 1 giugno alle 20.30, la cornice della serata conclusiva del progetto Vespa che ha coinvolto, dallo scorso mese di febbraio, la classe Terza B della Scuola Media Luigi Einaudi del paese.
Un momento celebrativo importante, allietato dalle coreografie a tema del gruppo di ginnastica artistica Nuovolago d'Iseo, a coronamento di un progetto ambizioso riuscito con successo. « Il bilancio è più che positivo, a cominciare proprio dal coinvolgimento dei ragazzi che, oltre ad aver potuto conoscere da vicino il mondo del lavoro, la realtà del volontariato e le difficoltà di chi ha già conosciuto il lato negativo della vita, hanno sviluppato una grande capacità di collaborazione tra loro, rispettando le attitudini di ciascuno» svela la professoressa Tiziana Manella, insegnante di lettere dell’istituto Einaudi e una delle ideatrici dell’iniziativa. «Il progetto infatti ha permesso a tutti di ritagliarsi un ambito di lavoro preferito, dall'area meccanica, a quella fotografica, a quella giornalistica. E tutti hanno saputo lavorare insieme per un progetto di solidarietà».
Tra i momenti che, in tutti questi mesi, i ragazzi hanno vissuto in modo particolarmente significativo: l’incontro con il giovane Michael, il ragazzo di Sovere reso tetraplegico da un incidente in moto, la visita al Museo della Piaggio di Pontedera (Pisa) e la rimessa a nuovo, anche grazie al loro intervento, della Vespa 50 Special a tre marce del 1971. Alcuni hanno dedicato anche ore extrascolastiche al lavoro di restauro pur di sentire il rombo del motore.
Durante la serata sarà presentato qualche stralcio del DVD che i ragazzi stessi hanno realizzato e che racconta l’attuazione del progetto e il restauro della Vespa Special. E la due ruote rimessa a nuovo troneggerà sul palco, come primo premio della sottoscrizione benefica “Per Michael”, la cui estrazione avverrà proprio il 1 giugno.  «Abbiamo già venduto tantissimi biglietti, ma puntiamo a venderne ancora in questi ultimi giorni: tutto il ricavato verrà devoluto a Michael» ricorda Andrea Chiari, presidente del Vespa Club Sebino. «I biglietti sono ancora disponibili in alcuni esercizi commerciali di Sale Marasino e ovviamente presso la sede del Vespa Club, il bar la Caffetteria».
Michael sarà presente il primo giugno e per lui ci sarà anche una piacevole sorpresa da parte del campione Alex Zanardi, il pilota automobilistico che ha perso le gambe in un grave incidente in pista.
A completare la serata, infine, la premiazione dei vincitori del concorso fotografico “Obiettivo Vespa”in memoria di Ernesto Guerini, un contest che ha visto la partecipazione di appassionati di fotografia e/o di vespe da tutta Italia e di tutte le età.
Un bilancio dunque positivo su tutta la linea, anche se è troppo presto per sapere se il progetto potrà ripetersi nei prossimi anni. Questo primo esperimento riuscito, però, non ha mancato di sollevare questioni importanti. Il 15 maggio gli alunni hanno avuto un incontro con l’associazione Familiari Vittime della Strada, un momento di riflessione che li ha lasciati con una domanda: perché non pensare all’educazione stradale come materia scolastica da insegnare fin dall’inizio del percorso di scuola?  Forse tanti incidenti potrebbero essere evitati!
Il Presidente del Vespa Club Andrea Chiari, la professoressa Tiziana Manella e la classe terza B ringraziano tutti coloro che hanno regalato il loro tempo e la loro disponibilità per la riuscita di questo Progetto, nato un po' per caso, ma cresciuto di giorno in giorno grazie all'entusiasmo di tutti.